Pate’ dell’ortolano

pate dell'ortolano
pate dell’ortolano

Un mix di verdure e ortaggi per il gusto del palato e dalle proprietà organolettiche uniche , fanno del patè dell’ortolano, un prodotto dalle caratteristiche che suscitano nella persona piacere e soddisfazione.

Verdure e ortaggi di prima scelta compongono questo unico prodotto, molto delicato che annoveriamo tra la nostra produzione di prodotti tipici pugliesi. Le verdure (come saprete) sono ricche di fibra molto facili da digerire e contengono poche calorie, come allo stesso tempo gli ortaggi  che contengono poche proteine e grassi, ma tante vitamine, sali minerali e fibra alimentare,tutto quello che occorre e che contribuisce ad un alimentazione sana.

Tutti le nostre produzioni, compreso il patè dell’ortolano non fa uso di conservanti, ma solo ed esclusivamente di Olio Extravergine di Oliva , già di per se un conservante naturale.

Pate’ dell’ortolano, un mix di verdure di qualità

Ciò che compone questo patè, è un mix di verdure e ortaggi con melanzane, peperoni, pomodori, olive, capperi, menta, peperoncino al 4%, un pizzico di aglio, sale marino e sfumato con un pò di aceto bianco, il tutto lavorato in olio extravergine di oliva.

Il condimento dal gusto gradevole è ottimo come ingrediente per guarnire le frise, ottimo sui crostini di pane abbrustolito, sulle tartine per un aperitivo unico e sfizioso, e sulle insalate per dare quel tocco in più di gusto.

Il Patè dell’Ortolano è prodotto e conservato in vasetti da 130gr, si può conservare in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di calore e conservarlo fino a due anni dalla data di produzione.

Una volta aperto il vasetto, è consigliabile mescolare il prodotto all’interno per farlo amalgamare con l’olio in superficie , usarlo come condimento per le vostre insalate, piatti freddi, tartine, crostini o aperitivi e dopo conservarlo in frigo.

Prodotto nella misura standard per uso familiare, su richiesta può essere confezionato in vasi di capienza più grandi, da 500gr o da kg, da usare in gastronomia.

Comments are closed