I 10 peperoncini più piccanti del mondo [Foto]

Alzi la mano chi di voi non ha mai fatto a gara a chi assaggiava i peperoncini piccanti “fatti dalla nonna” senza diventare rosso e lacrimare.

Ok, avete vinto la gara, ma avete mai pensato a quali possano essere i peperoncini più piccanti del mondo, oltre a quelli della vostra nonnina?

Cominciamo col dire che in cucina o al ristorante non utilizzano tali varietà ( o almeno credo ) anche perché, se così fosse, ci sarebbe un alto tasso di mortalità. Vorrei proprio vedere chi riesce a mangiare queste bombe piccanti senza soffocare all’istante :P , ovviamente il peperoncino piccante dei nostri prodotti tipici pugliesi, non è a questi livelli, non ha un grado di piccantezza elevato e pertanto è notevolmente più gustoso e adatto al palato.

Partiamo dal principio.

Sapete che esiste una scala per misurare la piccantezza di un peperoncino?

La piccantezza di un peperoncino si misura tramite la Scala di Scoville (o più brevemente Scala Scoville).

Cos’è la Scala Scoville?

La Scala Scoville, ideata da Wilbur Scoville più di 100 anni fa ed esattamente nel 1912 l’unità di misura in SHU (Scoville Heat Units) e misura la piccantezza di un peperoncino. I peperoncini sono frutti della famiglia Capsicum, e contengono alcune sostanze chiamate capsaicinoidi, tra cui la Capsaicina, un composto che stimola le terminazioni nervose poste sotto la lingua e, trasmettendo al cervello, provocano quel senso di caldo o di “bruciore”.

Il test Scoville

Il test di Scoville consisteva originariamente nella prova organolettica, ovvero si preparava una soluzione dall’estratto del peperoncino, diluita in acqua e zucchero, fino al punto in cui il “bruciore” non fosse più percettibile. In parole povere si basava sulla sensibilità individuale delle persone che erano sottoposte test.

Oggi, invece, ci sono metodi molto più sofisticati,tra cui il test HPLC (High performance liquid chromatography, conosciuto come “Metodo Gillette”) che misura direttamente la quantità di capsaicinoidi, anziché affidarsi alla sensibilità dell’uomo

Il più alto grado della scala è pari a 16.000.000 SHU equivalente alla capsaicina pura. La Scala Scoville, indica proprio la quantità di capsaicina equivalente contenuta nel peperoncino.

Ora che sappiamo come viene misurato il grado di piccantezza di un peperoncino, prepariamoci a scovare i 10 peperoncini più piccanti del mondo.

Inoltre un infografica a fondo pagina ci aiuterà a realizzare meglio l’idea sui peperoncini piccanti

La Top 10 dei peperoncini più piccanti del mondo

In ordine decrescente, vi segnaliamo i peperoncini più piccanti del mondo partendo proprio dal nostro prodotto italiano per eccellenza.

10. Peperoncino piccante Calabrese

peperoncino calabrese
una delle varianti di peperoncino Calabrese

Cominciamo dicendo che dire peperoncino calabrese è molto riduttivo. Il peperoncino non comprende una unica varietà, ma ne esistono una miriade, dal calabrese tondo al ciliegino, al corno di Calabria, definito anche come peperoncino di Soverato, fino al diavolicchio, conosciuto come calabrese a mazzetti.

Il peperoncino Calabrese presenta una piccantezza media intorno che si aggira attorno ai 30.000 SHU ed è lungo 2-3cm, la sua completa maturazione si ha col raggiungimento del tipico colore rosso. Consumato crudo e anche secco, viene inoltre impiegato nella lavorazione di creme piccanti tipiche della calabria quali, la ‘nduja, la salsiccia calabrese, la soppressata calabrese e la spianata calabra.

Molti di voi avranno avuto modo di assaggiarlo, quindi partendo da questa specialità calabra possiamo avere un minimo di paragone con i successivi peperoncini.

9. Peperoncino Cayenna

peperoncino cayenna
Il peperoncino di cayenna o cayenne

 

Il suo nome deriva dalla città di Cayenne, capitale dipartimentale della Guyana francese nell’America centrale.

Questa variante di peperoncino viene usata principalmente in forma essiccata e macinata oppure tostata in forno appena raccolta ancora fresca e macinata, da qui la si può riconoscere come pepe di Cayenna o Cayenne. Il peperoncino di Cayenna, viene coltivato in molte parti del mondo, Italia compresa , e non è difficile reperirlo, data la sua popolarità. É di un rosso brillante e la lunghezza varia dai 2 ai 5 centimetri di lunghezza; impiegato maggiormente in cucina sotto forma di pepe, è ricco di potassio, calcio, beta carotene, vitamine A, C ed E e capsaicina. 

8. Peperoncino Rocoto

peperoncino rocoto
Il peperoncino piccante Rocoto

Il Rocoto è uno dei peperoncini piccanti più incredibili. Coltivato in Perù e Bolivia da migliaia di anni e presenta la classica colorazione rosso, mentre la varietà gialla è tipi nei Caraibi e in Messico.

Dalla foto qui sopra riportata, presenta pareti spesse come se fosse un peperone, mentre i semi, al contrario di altri tipi di peperoncini, sono neri o scuri.

Il Rocoto è una pianta perenne, capace di dare i suoi frutti in media 3 volte l’anno, qui il grado di piccantezza comincia a farsi sentire, siamo nella media di 75.000 SHU.

7. Peperoncino Scotch Bonnet

Peperoncino Scotch Bonnet
Il Peperoncino Scotch Bonnet

Scotch Bonnet nome datogli alla sua somiglianza con il tipico cappello scozzese il Tam o’ Shanter, noto anche come Boabs Bonnet è una varietà di peperoncino coltivato prevalentemente nelle isole caraibiche, ma è presente anche in Guyana, dove viene soprannominato Palla di Fuoco e di solito si trova anche di colore arancio e giallo.

La maggior parte dei peperoncini Scotch Bonnets hanno una potenza che varia dai 100.000 ai 350.000 unità di Scoville, ma ci sono anche varietà dolci di Scotch Bonnets cresciute su alcune delle isole dei Caraibi, chiamati Cachucha.

6. Peperoncino Habanero

Peperoncino Habanero
Il peperoncino Habanero

Forse il più conosciuto tra i peperoncini piccanti, forte anche della pubblicità nei vari ristoranti messicani, è l’Habanero.

L’Habanero fa parte della cultivar di peperoncino del Capsicum chinense, una delle 5 specie principali del genere Capsicum più piccanti del mondo. Cultivar tipica della penisola dello Yucatan in Messico, il nome Habanero deriva da l’Havana, la capitale di Cuba da cui si ritiene provenga, non a caso nell’isola ci sono delle varietà di tipo arancioni, ma la coltivazione più interessante per questa specialità di peperoncino è in Messico.

Come si può vedere in foto l’Habanero ha una lunghezza variabile tra i 2 e gli 8 cm, la sua forma assomiglia molto ad una lanterna e il suo grado di piccantezza per l’Habanero rosso varia mediamente attorno ai 350.000 SHU.

5. Peperoncino Habanero Red Savina

Habanero Red Savina
Habanero Red Savina

L’Habanero Red Savina fa parte della famiglia dei Capsicum chinense, nonché fratello “più cattivo” dell’Habanero citato sopra, non caso campione di piccantezza da Guinness dei primati come il peperoncino più piccante al mondo dal ’94 fino al 2007 per poi essere spodestato dal Naga Jolokia, prossimo peperoncino nella nostra Top Ten.

Occupa la 5° posizione l’Habanero Red Savina, classificandosi con un suo picco di 855.000 SHU. Questa varietà è stata scoperta quasi per caso, l’Habanero red Savina, venne scoperto in una piantagione di Habanero di colore arancione, isolato e poi ri-piantato.

Mediamente la piccantezza del Red Savina, “lungo come suo fratello” varia dalle 350.000 alle 850.000 SHU.

4. Peperoncino piccante Bhut Jolokia

Peperoncino Bhut Jolokia
Peperoncino Bhut Jolokia

Il peperoncino Bhut Jolokia noto anche come Santo Pepper, si ritiene che sia originario dell’India. Il nome Bhut, data dal popolo Bhutias, significa “fantasma”.

Nel 2000, gli scienziati della Difesa Research Laboratory di India (DRL) hanno quotato il Bhut Jolokia a 855.000 unità sulla scala Scoville e nel 2004 una società indiana di esportazione ha confrontato con la Frontal Agritech un punteggio di 1.041.427 unità di Scoville rendendolo in realtà due volte più piccante dell’Habanero Red Savina.

Come si vede in foto il Bhut Jolokia presenta una forma allungata di 4 – 7 cm ed una buccia raggrinzita.

Ok, ora saliamo sul podio…

3. Naga Morich

Il peperoncino piccante Naga Morich
Naga Morich

Il Naga Morich, anche conosciuto come “Il serpente”, viene dal sud del Bangladesh in India.

Dalla foto si nota la struttura “brufolosa” come il Bhut Jolokia, ma il Naga Morich è più piccolo e caratterizzato da nervature sulla buccia, e può raggiungere la dimensione di 6,5 di lunghezza,. il suo colore va dal dal verde chiaro al rosso in piena maturazione.

Il sapore è meno terroso di un Bhut Jolokia ma la piccantezza è molto più alta, abbiamo superato quota 1.000.000 SHU.

2. Trinidad Moruga

Trinidad Moruga
Trinidad Moruga Peperoncino

Ora le cose si fanno serie, non che prima avessimo scherzato. Sei pronto a conoscere il vice campione del mondo di piccantezza tra i peperoncini piccanti?

Fu il 2012, quando il libro dei Guinness dei primati ha dichiarato ufficialmente “Trinidad Moruga Scorpion” il peperoncino più piccante del mondo.

L’estrema piccantezza dello Lo Scorpione di Trinidad è stata calcolata in 2.000.000 unità Scoville, quasi la metà del peperoncino spray che hanno in dotazione le forze militari e la polizia.

Originario del “Trinidad e Tobago” stato insulare dell’America centrale caraibica, appena raccolto ha le dimensioni di una pallina da golf, (a me da la sensazione che somigli a Toad il fungo amico di Super Mario Bros NdR). La sua pelle, come i due peperoncini precedenti è rugosa, e sopratutto Rossa fuoco.

Qualcuno che è ha avuto l’ardire di assaggiarlo ha affermato di aver percepito un gusto gradevole salvo poi l’effetto ritardato e devastante del suo fuoco. Non siamo sicuri ce l’abbia fatta :P

Curiosità: Il Trinidad Moruga Scorpion è così potente e incazzoso, che la sua polvere è riuscita anche ad attraversare i guanti di lattice dei ricercatori provocando spiacevoli irritazioni.

Ok se siete arrivati fin qui è perché siete curiosi di scoprire il più altro grado di piccantezza che un peperoncino possa raggiungere,

Carolina Reaper il peperoncino più piccante del mondo

Carolina Reaper HP22B
Carolina Reaper HP22B – thehotpepper.com

IL Carolina Reaper è un peperoncino ibrido della specie Chinense Capsicum,  ( famiglia di peperoncini più piccanti che esista ) originariamente con nome in codice “HP22B”, coltivato da Ed Currie, che gestisce la PuckerButt Pepper un azienda di peperoncini nella Carolina del Sud.

Con una media di 1.569.300 SHU sulla scala Scoville e livelli di picco di oltre 2.200.000 SHU il Carolina Reaper è il peperoncino più piccante del mondo premiato nel Guinness World Records del 2013.

L’infografica de I 10 peperoncini più piccanti del mondo.

Abbiamo voluto creare per semplicità e chiarezza un infografica per quanto riguarda la classifica dei 10 peperoncini più piccanti del mondo, partendo come riferimento dal Peperoncino Calabrese, fino ad arrivare al top, Il Carolina reaper, tenendo presente che i dati riportati sono picchi di valori certificati e non medi, i vari peperoncini variano la loro piccantezza a seconda del luogo di coltivazione.

i 10 peperoncini più piccanti del mondo infografica
Infografica de i 10 peperoncini più piccanti del mondo

Top 10 World’s hottest chili peppers

Can you guess the 10 hottest chili peppers in the World?
Infografic – Top 10 World’s hottest chili peppers

23s Comments

  1. Io al momento coltivo 12 tipi di peperoncino, ed ho semi e peperoncini freschi , fra i quali caroline reaper, moruga yellow,naga morich chocolate e red, habanero white chocolate e orange. Se ti interessa mandami una mail.

  2. amo questi peperoncini mi piace molto anche per mangiare non pensavo che andassero bene nel mio giardino habanero e scorpion spero che riesco a trovare la carolina spero che qualcuno mi contatta grazie a tutti auguri al sito Salento nel cuore cordiali saluti Francesco

  3. Ferrini graziano

    Ciao a tutti ultimamente sto coltivando 130 tipi di peperoncini. Quasi tutti tutti gli esistenti al mondo. Chiaramente senza calcolare le varie sfumature di tipi. Io ho le piante originali e non le derivata da! Se a qualcuno servisse qualche semino o indicazioni io ci sono .

  4. Sono di Lecce e coltivo peperoncini x passione nei vasi sul terrazzo. Quest’anno ho provato con Habanero Red Savina ottenendo grandi piante ed una grande quantità di frutti che ho fatto sott’olio, il sapore è particolare e non a tutti piace. Il prossimo anno vorrei provare il Rocoto Rosso, avete consigli?

  5. Chi scherza con i peperoncini scherza col fuoco…..e rischia di rovinarsi la lingua e il palato. Chi coltiva peperoncini molto piccanti deve fare attenzione soprattutto ai bamini, che non avvertono il pericolo oppure lo avvertono ma li toccano o li assaggiano credendo sia un gioco!! Molta prudenza è d’obbligo.

  6. Ovviamente questa classifica è molto “personalizzata” giusto per far rientrare il peperoncino calabrese tra i 10 più piccanti al mondo, e naturalmente non è corretta. Molto, ma molto più piccanti del peperoncino calabrese, ci sono altri peperoncini che meriterebbero al top 10. Uno di questi è, per esempio, il Jamaican Hot, che qui non compare, ovviamente per far posto al calabrese, che andrebbe invece inserito nella classifica dei peperoncini meno piccanti al mondo. In pratica il peperoncino calabrese è poco più forte dello zenzero.

  7. Gentile Gaetano, sono anche io di Belluno. Ho visto il suo commento!
    Io ho comprato piantine di peperoncini piccanti al Vivaio Scariot di Feltre, hanno proprio una linea dedicata ai peperoncini super piccanti.. resa soddisfacente!! Lo consiglio :)

  8. Quest’anno ho avuto una brutta esperienza nel seminare i peperoncini forse a causa dei semi non di qualità… L’anno scorso ho fatto una favolosa raccolta per ogni tipo di peperoncino ma non ho pensato a fare una buona scorta di sementi. Qualcuno sarebbe così gentile da spedirmene qualcuno?

  9. Abbiamo scoperto che a Sergio non sono simpatici i calabresi!
    Per una volta che si cerca di inserire qualcosa di italiano in una classifica, arriva il solito guastafeste…
    In realtà la posizione nella scala di Scoville indica la massima piccantezza misurata, ma l’importante è la piccantezza media. Mi spiego meglio. Il Carolina Reaper ha una media di piccantezza di 1.569.300 SHU sulla scala Scoville, perciò non sarebbe il peperoncino più piccante (visto che il Trinidad Moruga ha un valore di 2.000.000), ma ha raggiunto livelli di picco di oltre 2.200.000 SHU. Questo significa che solo alcuni campioni hanno raggiunto il massimo grado di piccantezza. Se prendo 10 peperoncini Naga Morich, quasi tutti arrivano a 1.000.000 SHU, se prendo 10 peperoncini Carolina reaper, potrei avere piccantezze varie che oscillano tra 800.000 e 2.200.000 SHU e potrebbe perfino capitare che uno dei peperoncini Carolina Reaper sia meno piccante di un Naga Morich.
    Poi dire che il peperoncino calabrese sia quasi equivalente allo zenzero (che tra l’altro non contiene capsaicina) significa non averne mai assaggiato uno vero!

  10. Salve a tutti. Ho letto che molti di voi cercate semi di peperoncini. Io ne ho molti e li vendo. Se non ne ho ho chi me li trova. Io tratto solo semi all 100% veri. Sono testati al 100% . Per qualsiasi informazione contattatemi. Vi lascio la mia emeil.
    Nightclu69@libero.It massimiliano

  11. Pianto peperoncini fa 10 anni.. ho i più piccanti al mondo:

    Carolina reaper
    Big Red Mama
    Big Black Mama
    Sepia serpente
    Borg 9 Red
    Borg 9 cjocolat
    Ecc ecc
    Se interessati io e un amico abbiamo tutti i tipi.. non trattiamo semi tipo ebay ,Amazon ecc ecc.
    Noi Demi garantiti al 100%.

  12. Grazi e per le spiegazioni chiare e concise ben organizzato. da leggere è interessante sono un amante del peperoncino e 30 anni fa, dovevo essere operato di emorroidi, andai a trovare uno che mo consigliò di mangiare tanto peperoncino e sarei guarito senza intervento, lo ascoltai notare che avevo già fatto tutti gli esami e l’intervento era fissato per settembre, eravamo a luglio una settimana prima dell’intervento andai alla visita e non sanguinavo più e il dottore si arrabbio e disse ” Chi è il dottore che ha detto che queste sono da operare?” lo guardai e dissi è lei…….

  13. Buon giorno,
    sono nell’alto Salento e vorrei acquistare del peperoncino macinato di media piccantezza prodotto in loco e di coltivazione sicura da un punto di vista salutare.
    A chi mi posso rivolgere?

    Grazie e cordiali saluti.

    Pietro

  14. A chi interessa i semi del Carolina Rep per sono in vendita su ebay e non solo semi ma anche derivati io sono un amante del mega piccante ho provato alcuni suoi derivati e vi assicuro che valgono non ho mai preso i semi x che non ho il posto per curarli ma se tanto mi da tanto dovrebbero essere fruttiferi anche loro . g.rago962 @gmail. com

Leave A Reply

Your email address will not be published.