Chiamaci: 0833 55 68 27
Spedizione gratuita per importi  superiori a 69

Piatti tipici pugliesi, 12 specialità da non perdere

L’arte culinaria pugliese vanta una grande varietà di piatti tipici che si distinguono per la loro bontà e genuinità. Ogni provincia, ogni città e ogni paese della regione hanno i loro piatti tipici pugliesi, frutto della tradizione, della creatività e della passione dei cuochi locali.

In questo articolo ti presentiamo una selezione dei piatti tipici pugliesi più conosciuti, dalle orecchiette fatte in casa alla tiella di riso, patate e cozze, passando per la focaccia barese, il polpo alla pignata e tanti altri deliziosi sapori che rappresentano il patrimonio enogastronomico della Puglia.

Dopo aver scoperto i piatti tipici della Cucina tipica salentina, scopriamo insieme i piaceri della tavola pugliese, tra antichi sapori e nuove interpretazioni, che da secoli conquistano i palati di chiunque si avvicini a questa terra ricca di storia e di cultura culinaria.

Orecchiette fatte in casa: piatti tipici pugliesi

orecchiette al sugo pugliese piatti tipici pugliesiIl primo piatto tipico pugliese che abbiamo selezionato è l’orecchiette fatte in casa. Le orecchiette sono un tipo di pasta fresca a forma di piccole conchiglie, realizzate con farina di grano duro e acqua, che rappresentano uno dei simboli dei piatti tipici pugliesi. La loro preparazione richiede abilità e maestria, in quanto la pasta viene lavorata a mano fino ad assumere la tipica forma concava, perfetta per trattenere al meglio i condimenti.

Le orecchiette pugliesi si possono gustare con numerosi condimenti, tra cui il sugo di pomodoro fresco e basilico, le cime di rapa e le vongole, e sono considerate una vera e propria prelibatezza gastronomica.

Questo piatto tipico rappresenta non solo un’esperienza culinaria da assaporare, ma anche un simbolo di cultura e di tradizione popolare.

Focaccia Barese

focaccia barese piatti tipici pugliesiIl secondo piatto tipico pugliese che abbiamo selezionato è la focaccia barese, una specialità da gustare a qualsiasi ora del giorno. La focaccia barese è un pane piatto, morbido e soffice, arricchito con pomodorini, olive, cipolla e origano, che ne esaltano il sapore e la fragranza.

La focaccia è una delle preparazioni più amate in Puglia, e in particolare a Bari, dove viene consumata a colazione, come spuntino o come accompagnamento ai pasti principali. La sua ricetta è antica, ma ancora oggi viene preparata con ingredienti semplici e di alta qualità, come la farina di grano duro, l’olio d’oliva e il lievito di birra.

La focaccia barese è un piatto versatile e gustoso, che rappresenta una vera e propria eccellenza dei piatti tipici pugliesi.

Piatti tipici pugliesi: le Braciole al sugo

Braciole al sugoLe braciole al sugo sono la specialità che abbiamo selezionato peri nostri piatti tipici pugliesi , un piatto gustoso e saporito che racchiude tutta la tradizione culinaria pugliese. Le braciole sono fette sottili di carne di manzo o di maiale, farcite con prezzemolo, aglio, pecorino e pangrattato, arrotolate e legate con dello spago.

Vengono poi cotte in un sugo di pomodoro e servite con una generosa spolverata di formaggio grattugiato.

Le braciole al sugo sono un piatto tipico della provincia di Bari, ma si possono trovare anche in altre zone della Puglia. La loro preparazione richiede tempo e attenzione, ma il risultato è un piatto dal sapore intenso e deciso, che rappresenta una vera e propria delizia per il palato.

Le braciole al sugo sono un esempio perfetto di come la cucina pugliese sappia valorizzare al meglio i prodotti tipici salentini e pugliesi del tnostro erritorio, creando piatti unici e indimenticabili.

Cavatelli ai frutti di mare: Piatti tipici pugliesi

Cavatelli ai frutti di mareI cavatelli ai frutti di mare sono uno dei piatti più amati dei piatti tipici pugliesi, perfetto per chi vuole gustare i sapori del mare in un piatto unico e gustoso. I cavatelli sono una pasta fresca fatta in casa, preparata con farina, acqua e sale, che vengono lavorati a mano per ottenere la forma caratteristica a conchiglia.

Questi vengono poi cotti in una salsa di pomodoro fresco, arricchita con frutti di mare come cozze, vongole, calamari e gamberi, insaporita con aglio, prezzemolo e peperoncino. Il risultato è un piatto dai sapori intensi e decisi, che rappresenta appieno la tradizione culinaria pugliese. I cavatelli ai frutti di mare sono un piatto molto diffuso lungo le coste pugliesi, soprattutto nella zona del Salento, dove la pesca è un’attività fondamentale dell’economia locale.

La loro bontà e semplicità li rendono uno dei piatti tipici pugliesi ideali per ogni occasione, perfetto da gustare in compagnia, magari accompagnato da un buon bicchiere di vino bianco della Puglia.

Purè di fave con cicoria

Purè di fave con cicoria con pane abbrustolitoIl purè di fave con cicoria è uno dei piatti tipici pugliesi che rappresenta l’incontro tra la terra e il mare. Le fave sono uno dei prodotti agricoli più diffusi in Puglia, e vengono utilizzate in molte ricette della tradizione culinaria locale. Il purè di fave è un piatto molto semplice, ma di grande sapore, che si ottiene cuocendo le fave fresche e schiacciandole fino ad ottenere una crema densa e vellutata.

La cicoria, invece, è un’erbetta amara e salutare, che cresce spontaneamente nelle campagne pugliesi. Viene tagliata a pezzetti e fatta rosolare in padella con aglio e olio extravergine di oliva, per poi essere servita insieme al purè di fave. Questo piatto rappresenta un’alternativa gustosa e nutriente al più famoso purè di patate, ed è perfetto per chi vuole gustare i sapori genuini dei piatti tipici pugliesi.

Il purè di fave con cicoria è un piatto che si presta bene per essere servito come contorno, magari accompagnato da una fetta di pane casereccio e un bicchiere di vino rosso della Puglia.

Tiella di riso, patate e cozze

Il quarto piatto tipico pugliese che abbiamo selezionato è la tiella di riso, patate e cozze, un piatto ricco e saporito che unisce sapientemente i sapori del mare e della terra. La tiella è una sorta di torta salata, preparata con strati di riso, patate, cozze, pomodori, cipolle e peperoni, che vengono cotti lentamente in forno, fino a formare una crosticina dorata e croccante.

La sua ricetta varia a seconda delle zone della Puglia in cui viene preparata, ma la versione originale proviene dalla città di Bari. La tiella di riso, patate e cozze è un piatto completo e gustoso, che rappresenta una vera e propria festa per il palato. La sua preparazione richiede un po’ di tempo e di pazienza, ma il risultato è un piatto unico e inimitabile, che incarna appieno la tradizione culinaria pugliese.

La tiella di riso, patate e cozze è un piatto da gustare in compagnia, magari accompagnato da un bicchiere di buon vino bianco, per un’esperienza enogastronomica indimenticabile.

Sagne n’cannulate al sugo di pomodoro fresco.

sagne ncannulate pasta tipica salentinaLe sagne n’cannulate sono uno dei piatti tipici pugliesi e anche della cucina povera pugliese, molto diffuso nella zona del Salento. Si tratta di una pasta fatta in casa, a forma di tubo, simile a una grossa zita rigata, ma con un foro centrale più grande. Il nome “n’cannulate” deriva dalla parola dialettale “canna”, che significa canna o tubo.

La preparazione delle sagne n’cannulate richiede molta manualità e pazienza, poiché la pasta deve essere lavorata e tagliata a mano, con un attenzione particolare per la forma. Una volta pronte, le sagne n’cannulate vengono cotte in acqua salata, poi condite con un sugo di pomodoro fresco e carne di maiale, oppure con un ragù di agnello o di vitello.

Il risultato è un piatto molto sostanzioso e saporito, che rappresenta appieno la tradizione culinaria pugliese.

Le sagne n’cannulate sono spesso servite come primo piatto nelle feste e nelle occasioni speciali, accompagnate da un bicchiere di vino primitivo della Puglia. Grazie alla loro bontà e semplicità, sono diventate una delle ricette simbolo dei piatti tipici pugliesi.

Cime di rapa con salsiccia piatti tipici pugliesi

Cime di rapa con salsicciaLe cime di rapa, note anche come “broccoli di rapa“, sono una verdura tipica della regione, con foglie verdi e un sapore amarognolo. La salsiccia, invece, è un prodotto tipico della tradizione salumiera pugliese, preparata con carne di maiale macinata e spezie aromatiche. Per preparare le cime di rapa con salsiccia, le verdure vengono lessate in acqua salata e poi saltate in padella con aglio e olio extravergine di oliva.

A parte, si cuoce la salsiccia a fuoco lento, fino a renderla croccante e dorata. Infine, si aggiunge la salsiccia alle cime di rapa, mescolando bene il tutto e servendo il piatto ancora caldo. Le cime di rapa con salsiccia, rappresentano un esempio perfetto di piatti tipici pugliesi, di cucina povera e di recupero, in cui gli ingredienti semplici e locali si fondono insieme per creare un piatto ricco di sapore e nutriente.

Le cime di rapa con salsiccia sono spesso servite come secondo piatto, accompagnate da una porzione di pane casereccio e un bicchiere di vino rosso della Puglia. Grazie alla loro bontà e alla loro semplicità, sono diventate una delle specialità più amate e conosciute della cucina pugliese.

Friselle

frisa pugliese conditaLa frisa è un prodotto tipico della cucina pugliese, simile ad una sorta di pane duro dalla forma piatta e circolare, preparato con farina di grano duro, acqua e sale. Tradizionalmente, la frisa veniva utilizzata come alimento per i pastori e i lavoratori nei campi, poiché era molto resistente e durava a lungo senza deteriorarsi.

Oggi, la frisa è molto diffusa in tutta la regione e viene utilizzata come base per diverse ricette della tradizione culinaria pugliese. Una delle preparazioni più classiche prevede di ammorbidire la frisa in acqua per qualche minuto, poi condirla con pomodorini, cipolla, origano e olio extravergine di oliva. La frisa può essere servita come antipasto o come piatto principale, insieme a formaggi, salumi, verdure e pescato locale.

Grazie alla sua semplicità e alla sua versatilità, la frisa rappresenta uno dei simboli della cucina povera e della tradizione gastronomica pugliese, e viene spesso utilizzata nelle feste e nelle occasioni speciali per celebrare la convivialità e la gioia di vivere.

Inoltre, la frisa è un alimento molto nutriente, grazie alla sua ricchezza di carboidrati complessi e di fibre, che la rendono molto saziante e digeribile. La sua consistenza croccante e rustica, insieme al suo sapore intenso e caratteristico, la rendono inoltre molto apprezzata sia dai locali che dai turisti, che la considerano un’autentica specialità dei piatti tipici pugliesi.

Esistono diverse varianti della frisa, a seconda della zona di produzione e dei metodi di preparazione utilizzati. In alcune zone della Puglia, ad esempio, la frisa viene aromatizzata con erbe aromatiche come il finocchietto selvatico o il rosmarino, mentre in altre viene arricchita con olive, capperi e altri ingredienti.

In ogni caso, la frisa rappresenta un esempio perfetto di cucina tradizionale e di recupero, in cui gli ingredienti semplici e genuini si uniscono per creare un piatto gustoso e nutriente, che ne fanno un icona dei piatti tipici pugliesi.

Zuppa di pesce alla tarantina

La Zuppa di pesce alla tarantina è una specialità culinaria della città di Taranto, situata sulla costa ionica della Puglia. Si tratta di una zuppa di mare a base di pesce fresco e frutti di mare, condita con pomodoro, aglio, prezzemolo e peperoncino. La preparazione della zuppa prevede la cottura dei vari tipi di pesce e frutti di mare in un brodo di pesce profumato con aromi e spezie, che conferiscono alla zuppa un sapore intenso e avvolgente.

La zuppa di pesce alla tarantina viene tradizionalmente servita con fette di pane abbrustolito o con una fetta di polenta, per assorbire il sugo e rendere il piatto ancora più gustoso.

La zuppa di pesce alla tarantina rappresenta una delle specialità dei piatti tipici pugliesi, culinarie più famose della Puglia e viene apprezzata sia dai locali che dai turisti, che la considerano un piatto simbolo della cucina marinara pugliese . La freschezza e la qualità degli ingredienti utilizzati, insieme alla cura nella preparazione e nella presentazione del piatto, fanno della zuppa di pesce alla tarantina una vera e propria esperienza gastronomica da non perdere per chi visita la regione.

Calzone di cipolla

Calzone di cipollaIl Calzone di cipolla è uno dei piatti tipici pugliesi, in particolare della zona di Bari e delle Murge. Si tratta di un calzone ripieno di cipolle stufate, olive nere e alici, che viene cotto nel forno a legna fino a raggiungere una croccantezza perfetta. La preparazione del calzone di cipolla prevede l’utilizzo di ingredienti semplici e genuini, come le cipolle locali, le olive di Cerignola e le alici del Mar Adriatico, che conferiscono al piatto un sapore intenso e deciso.

Il calzone di cipolla viene spesso servito come antipasto o come piatto unico, accompagnato da un bicchiere di vino rosso locale. Grazie alla sua consistenza croccante e al ripieno morbido e saporito, rappresenta una vera e propria esplosione di sapori per il palato.

Inoltre, il calzone di cipolla è un piatto molto versatile, che si presta a molte varianti e personalizzazioni a seconda dei gusti e delle preferenze individuali.

Il calzone di cipolla rappresenta un esempio perfetto dei piatti tipici pugliesi e si distingue per la semplicità e la genuinità degli ingredienti utilizzati, insieme alla cura nella preparazione e nella presentazione dei piatti. La tradizione culinaria della Puglia si basa infatti sull’utilizzo di ingredienti locali di alta qualità, combinati in modo sapiente per creare piatti gustosi e genuini, che raccontano la storia e la cultura della regione.

Peperoni ripieni di riso: piatti tipici pugliesi

Peperoni ripieni di risoI peperoni ripieni di riso sono uno dei piatti tipici pugliesi, diffuso soprattutto nella zona della Murgia. Si tratta di peperoni dolci, di solito di forma allungata, che vengono svuotati e poi farciti con un ripieno di riso condito con pomodoro, cipolla, aglio, prezzemolo, pangrattato e formaggio. Il tutto viene poi cotto al forno fino a che i peperoni non risultano morbidi e il ripieno è dorato.

I peperoni ripieni di riso sono un piatto gustoso e nutriente, che rappresenta una perfetta espressione della cucina pugliese, basata sull’utilizzo di ingredienti semplici e genuini. La tradizione culinaria della regione infatti si distingue per la cura nella selezione degli ingredienti, come i peperoni dolci e il riso, che vengono utilizzati nella preparazione di molti piatti tipici pugliesi.

Il piatto dei peperoni ripieni di riso è anche un esempio di come la cucina pugliese sia stata influenzata dalle diverse culture che hanno attraversato la regione nel corso dei secoli, come quella araba e quella spagnola. Questo piatto, infatti, richiama la preparazione dei dolma del Medio Oriente e il pimiento relleno spagnolo, ma con l’aggiunta di ingredienti tipici dei piatti tipici pugliesi, come il pomodoro e il formaggio.

I peperoni ripieni di riso sono perfetti da gustare come piatto unico o come contorno, magari accompagnati da una buona focaccia o da un bicchiere di vino rosso locale. In ogni caso, rappresentano un’esperienza culinaria indimenticabile, che racconta la storia e la cultura della Puglia attraverso i suoi sapori genuini e autentici.

1 comments

  1. buon cibo ho l acquolina in bocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10% di sconto. Subito.

iscrivendoti gratuitamente alla newsletter riceverai un codice sconto per usarlo nel nostro shop

10% di sconto. Subito.

iscrivendoti gratuitamente alla newsletter riceverai un codice sconto per usarlo nel nostro shop